Nella magica cornice del PalaDozza, l'HDL “Andrea Pasca” Nardò cede il passo alla Fortitudo Bologna, dopo aver sognato i due punti per due quarti abbondanti di gioco. Per gli uomini di coach Di Carlo, oltre all'emozione vissuta in virtù della suggestività dell'incontro, da segnalare il debutto di Jacopo Borra, centro in arrivo in estate proprio dalla Effe.

1° QUARTO – Ottimo avvio del Toro, che, con uno scatenato Vasl, autore di tre triple, trova il vantaggio al settimo minuto di gara. In un match partito su ritmi alti e percentuali altrettanto elevate, La Torre commette il terzo fallo della sua partita dopo appena otto minuti. L'ex Borra fa il suo esordio in veste granata, poi Parravicini pareggia i conti dalla lunetta: 21-21 al termine del primo quarto.

2° QUARTO – Due triple di Panni valgono il +6 fortitudino in avvio di secondo quarto. Italiano sigla il +8, ma è ancora Vasl, nuovamente dall'arco, ad accorciare le distanze. Calano le percentuali nel secondo quarto di gioco, soprattutto per i granata, ma ci pensa Stojanovic ad invertire il trend e agguantare il -4, che diventa -3 a seguito del libero di Baldasso. Nell'ultimo minuto, però, arriva il parziale di 8-0 della Effe: 43-32 allo scadere del primo tempo.

3° QUARTO – Al rientro in campo Aradori trova il +12, ma il Toro torna in corsa con un parziale griffato Donda e Stojanovic che vale il -6: timeout coach Dalmonte. La tripla di Thornton rimette la Effe a distanza di sicurezza, cala il rendimento offensivo granata e Bologna ne approfitta spingendo sul pedale del gas. Aradori amplia il divario tra le due compagini: 67-52 alla vigilia degli ultimi dieci minuti di gara.

4° QUARTO – La Fortitudo consolida il vantaggio, già pesante, con un grande avvio di quarto parziale, da 10-3 sotto i colpi di Cucci e Italiano. Forte del +20, Bologna amministra nei minuti restanti, che consegnano i primi due punti della stagione ai padroni di casa ai danni di un Toro che torna a Nardò a testa alta. Spazio nel finale anche per Kebe, Baccassino e l'esordiente Buscicchio: 86-62 al termine dei quaranta minuti.


Fortitudo Kigili Bologna - HDL Nardò 86-62 (21-21, 22-11, 24-20, 19-10)

Fortitudo Kigili Bologna: Marcus Thornton 16 (2/5, 3/6), Valerio Cucci 16 (3/3, 2/3), Pietro Aradori 12 (3/5, 1/3), Nazzareno Italiano 12 (3/4, 2/4), Matteo Fantinelli 9 (3/3, 1/2), Simone Barbante 8 (3/7, 0/1), Alessandro Panni 8 (1/1, 2/4), Steven Davis 5 (1/3, 1/3), Paolo Paci 0 (0/1, 0/0), Saliou Niang 0 (0/1, 0/0), Lorenzo Bonfiglioli 0 (0/0, 0/0), Ygor Biordi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 12 - Rimbalzi: 33 4 + 29 (Simone Barbante 7) - Assist: 18 (Matteo Fantinelli 6)

HDL Nardò: Miha VaŠl 18 (0/1, 6/9), Vojislav Stojanovic 17 (6/12, 1/5), Mitchell Poletti 17 (5/14, 0/3), Lorenzo Baldasso 4 (0/2, 1/7), Andrea Donda 2 (1/2, 0/0), Andrea La torre 2 (1/2, 0/2), Matteo Parravicini2 (0/1, 0/2), Jacopo Borra 0 (0/3, 0/0), Samuele Baccassino 0 (0/0, 0/0), Kalidou Kebe 0 (0/1, 0/0), Nicolo Buscicchio 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 14 - Rimbalzi: 31 8 + 23 (Mitchell Poletti 12) - Assist: 12 (Miha VaŠl 5)

Commenti

ENRICO CURIALE NUOVO RESPONSABILE DEL SETTORE GIOVANILE
AL FOTOFINISH MANTOVA PASSA SU NARDÒ AL PALA SAN GIUSEPPE